Preloader
 

Destinatari

Home / Destinatari / ADULTO, TERZA E QUARTA ETA’

ADULTO, TERZA E QUARTA ETA’

http://www.psicologiatorino.it/images/stories/destinatari/ADULTI.jpg

Adulto

I compiti e le responsabilità richieste ad una vita adulta sono molteplici; non sempre il soggetto riesce a svolgerli in modo soddisfacente. Molto spesso infatti egli accumula delle “ferite” dovute a diverse circostanze: difficoltà dell’infanzia, traumi, mancato sviluppo delle proprie competenze emotive, cognitivo o psicologiche, relazionali, e molto altro.

Tali ferite si manifestano con disagi di varia natura che non consentono di vivere la vita come vorremmo: essi potrebbero infatti impedire di gestire al meglio sia la professione, sia la vita familiare e degli affetti in generale, sia  il nostro modo di stare con noi stessi.

Scegliere uno psicologo quando si sente il peso della propria difficoltà significa lavorare a quattro mani con il professionista della relazione e della mente per poter trovare uno spazio d’ascolto in cui recuperare le proprie risorse e trovare un equilibrio soddisfacente. A fronte di una parte sofferente nell’individuo, esiste infatti sempre anche una parte sana che ha solo bisogno di essere accolta e risvegliata.

Con ciò si sottolinea che lo psicologo, oltre a prendere in carico soggetti con disturbi psichiatrici conclamati, si occupa anche di coloro che affrontano un disagio temporaneo ed hanno il desiderio di superare al meglio la propria sofferenza momentanea.

Per prendere appuntamento con uno psicologo, contatta il CPP – Centro di Psicologia e Psicoterapia di Torino

 

Terza e quarta età

Il contatto con il proprio limite (del corpo, della mente e delle relazioni) che si può incontrare con lo scorrere del tempo, può far sperimentare una sofferenza che necessita di accoglimento e ascolto al fine di mobilitare le risorse residue e aiutare il soggetto a prepararsi al futuro.

Lo psicologo della terza e quarta età è una delle figure professionali più congrue a riconoscere la sofferenza dell’anziano, a riconoscerne le risorse ancora attive; può lavorare con lui, sia individualmente, sia in gruppo con altri anziani, sia all’interno del nucleo familiare, per mantenere vive le sue capacità emotive, cognitive, relazionali.

Sei un anziano con necessità di sostegno o confronto? Rivolgiti al CPP – Centro di Psicologia e Psicoterapia di Torino